Asconauto

Al meeting del 27 gennaio Doc mette al centro gli uomini delle Case auto

Lo sentite il ticchettare dell’orologio? È quello del conto alla rovescia per l’evento che avete già segnato in agenda e che di giorno in giorno si arricchisce di nuovi dettagli. Lunedì 27 gennaio, il Palataurus a Lecco sarà teatro dell’incontro annuale Doc, una tradizione per il consorzio ma che non manca mai di riservare assoluti inediti. In questa quarta edizione, sempre nel segno dell’Uomo (il titolo completo è ‘L’Uomo al centro - Il sé e l’altro’), la novità è la presenza degli uomini delle Case auto.

“Diamo per scontato”, aveva dichiarato il presidente Doc, Giorgio Boiani, introducendo la serata, “che la Casa auto sappia che cosa fa il concessionario; invece, abbiamo assolutamente bisogno di trasferire alla Casa gli sforzi economico-finanziari del concessionario per supportarla, in questo caso con la vendita di ricambi originali. Anche i manager delle Case mandanti sono preoccupati per il futuro, perché a loro volta devono rendere conto a terzi, mentre le decisioni che prendono e investono i concessionari li fanno sembrare uomini cattivi. Il meeting di gennaio è anche per dimostrare che i concessionari continuano a investire e sono qui per dare una mano alle Case, l’antagonismo nascosto tra dealer e Casa mandante si deve allentare. I concessionari hanno bisogno dei costruttori e viceversa”.

Quando mancano un paio di settimane all’appuntamento delle 19 in Viale Brodolini, “come immaginavo”, fa sapere Boiani, “l’idea che abbiamo avuto di coinvolgere gli uomini delle case automobilistiche ha avuto grande successo. Non è per nulla vero che non si interessano al nostro lavoro, anzi… Hanno di buon grado aderito e ad ora ci saranno 20/30 manager di diversi marchi seduti in sala con noi”.

“Con noi” anche il responsabile di magazzino, figura chiave della filiera. “Tutto è in evoluzione”, sottolinea il presidente Doc rivolgendosi ai concessionari soci, “ma la tua presenza e quella del tuo Parts Manager sarà fondamentale! Rimetteremo al centro la parola CONCESSIONARIO e la salvaguardia della professionalità dei nostri magazzinieri che solo attraverso la conoscenza e la formazione potranno CRESCERE ed essere proattivi nella propria azienda”.

E dunque: a partire dalle 19, registrazione dei partecipanti e aperitivo. Alle 20 Business Dinner, un altro modo per dire Incontri a Cena. Tra una portata e l’altra prenderanno la parola Plinio Vanini, presidente Gruppo Autotorino (Passato, presente, futuro: da piccolo concessionario a big delle vendite in Europa); Marco Callisti, Vicepresidente GC Group (Un uomo, una intuizione, un team. Semplicità, efficienza e cuore per gestire il più grande network dei ricambi originali. Il sistema GC); Davide Blatti, Direttore Consorzio Doc (La tecnica e la relazione: perché la tecnologia informatica può non rinunciare ai rapporti personali); Giorgio Boiani, Presidente Consorzio Doc (Il Sè e l’Altro). Previsto anche un intervento di Umberto Seletto, Presidente ACD Network, Anticrisiday. Nella seconda parte della serata, lo spettacolo TaikoSoundscape: dai campi di Cerere all’officina di Ford, un Progetto Cultura Meccanica, Dipartimento di Meccanica - Politecnico di Milano realizzato in collaborazione con Taiko Lecco e presentato da Marco Bocciolone, Direttore Dipartimento di Meccanica - Politecnico di Milano.

Ci vediamo il 27 al Palataurus.