Asconauto

Carrozzieri generosi: contro il virus sanificazione gratuita

“Grazie Daniele, l’Amministrazione è grata dell’aiuto e della generosità”, e poi “Il vostro supporto è ammirevole, complimenti”, e ancora “Ottimo lavoro Alessandro, fiero di avere un collega come te!”.

Sono commenti postati sulle pagine Facebook di alcuni affiliati Doc che hanno aderito all’iniziativa di sanificazione lanciata a livello nazionale dal network Mio Carrozziere. Nel pieno della pandemia diversi carrozzieri hanno scelto infatti di dare una mano a chi è in prima linea in questa lotta contro il virus, offrendo gratuitamente il servizio di sanificazione degli abitacoli delle vetture a Polizia locale, Carabinieri, Protezione civile e operatori sanitari. Sono Carrozzeria Del Nero Virgilio di Talamona, Carrozzeria Corazza di Morbegno, Carrozzeria Guerra di Usmate, Carrozzeria Stimabile e Carrozzeria Cernuschese di Cernusco sul Naviglio.

Interessante notare come già prima che il preoccupante crescendo del contagio obbligasse alla serrata, la sanificazione della vettura veniva proposta a metà prezzo: 15 euro contro i 29,90 di listino. Spiegava Daniele Guerra più di un mese fa, esattamente il 24 febbraio: “Teniamo alla salute dei nostri clienti. Ed è per questo che nell’ottica di ridurre al minimo la trasmissione di virus e batteri, sanifichiamo le nostre auto sostitutive con ozono. Non vi è certezza che l’ozono sconfigga il temuto e moderno coronavirus, ma per non lasciare nulla di intentato preferiamo effettuare la sanificazione ogni volta che i veicoli passano da un utilizzatore all’altro”. Correttamente, Guerra precisava che “il trattamento all’ozono non uccide i virus. Negli oltre 300 test eseguiti da Sanity System (azienda padovana che produce generatori di ozono portatili per la sanificazione con l’ozono professionale, Nda) i virus sono stati resi inattivi, non uccisi. Non vi è certezza comprovata che faccia lo stesso con il coronavirus, ma il nostro macchinario è lo stesso utilizzato per sanificare le ambulanze”.

Grande come una scatola di scarpe, lo strumento SaniCar è facile da spostare. Non un dettaglio, considerando che il servizio è sempre più richiesto e non deve essere necessariamente erogato in carrozzeria. Spiega Alessandro Fossati, contitolare di Carrozzeria Cernuschese, che ha risposto alla prima richiesta di aiuto, quella che ha dato il là all’operazione su larga scala: “Il 17 marzo siamo stati contattati dal Comune di Pioltello che aveva necessità di sanificare un’auto della Polizia locale dopo il trasporto di un sospetto Covid-19. Da quel primo contatto è nata l’idea di proporre il servizio sul territorio, a partire proprio da Cernusco sul Naviglio”.

Nel giro di una settimana, Facebook a fare da cassa di risonanza, domanda e risposta si sono incrociate ampliando via via il raggio di intervento e di conseguenza il numero di interventi richiesti. Per farvi fronte si sta predisponendo ad Agrate, presso la sede della locale sezione della Protezione Civile, un hub su cui convergeranno i veicoli da sanificare dalla provincia di Monza e Brianza e dall’hinterland milanese. Ovviamente sarà garantita una corsia preferenziale alle ambulanze e agli altri mezzi di soccorso e pronto intervento.

“Il trattamento all’ozono”, chiarisce Fossati, “non è preventivo. Nei trenta minuti di operazione, quaranta per raggiungere l’impianto di areazione/climatizzazione, l’apparecchio satura l’abitacolo di ozono in concentrazione tale da rendere inerti i virus e uccidere batteri, muffe e allergeni. Ma se quel veicolo trasporterà una persona infetta, sarà necessario ripetere la sanificazione da capo”.

Nella foto in home page, insieme agli uomini della Protezione civile, si riconoscono, da sinistra: Alessandro Fossati, Daniele Guerra e Marco Stimabile.