Asconauto

DOC con Acel Energie: partnership per chi fa impresa

A misura di chi fa impresa. Sono le tariffe Acel per i concessionari DOC in virtù della partnership appena siglata tra il fornitore di gas naturale ed energia elettrica e il consorzio. Ne abbiamo parlato con Gabriele Belluz, dell’Ufficio Marketing e Sviluppo Commerciale Acel Energie.

A Lecco, dov’è nata, Acel non ha bisogno di presentazioni, ma il territorio servito da DOC è ben più ampio…
Acel Energie Srl è la risultante della fusione di tre società che operano nel territorio con tre brand diversi: Acel Energie in provincia di Lecco, Enerxenia nelle province di Como e di Monza e Brianza, AEVV Energie in provincia di Sondrio. Insieme sono leader nella fornitura di energia elettrica e gas naturale, con 330mila utenze allacciate limitatamente alle aree servite da DOC. 
Abbiamo un forte legame con il nostro territorio, non solo a parole: siamo presenti con 21 punti vendita, in espansione, e siamo vicini al cliente attraverso l’assistenza data dai punti vendita, il numero verde, la possibilità di avere informazioni attraverso il sito web, in chat su WhatsApp.

Su quali presupposti poggia la partnership con DOC?
Nel momento in cui stringiamo un’alleanza è perché consideriamo il partner un’entità di valore, che rispecchia un radicamento sul territorio se non simmetrico sicuramente similare a quello che abbiamo come Acel, brand riconosciuto dagli aderenti al consorzio e non solo. 
Questa è un’operazione win win nei fatti. Esserci convenzionati con DOC vuol dire lavorare sul target dei professionisti.

Autoriparatori e concessionari? 
Entrambi. Abbiamo studiato delle tariffe agevolate attraverso MIA Convenzione specifiche per il target business, per chi fa impresa. Tariffe completamente diverse rispetto a quelle riservate al cittadino privato e ulteriormente rivedibili per consumi iperelevati, caso nel quale si va in trattativa privata con un nostro commerciale. 

Parliamo sia di energia che di gas?
Forniamo sia energia elettrica che gas naturale, non abbiamo particolari attese su una o l’altra merceologia. Siamo una società storica sul territorio, i brand sono cresciuti per la fornitura di gas metano, è naturale aspettarci un maggiore incremento soprattutto sull’elettrico, ma perché il cliente sarà già cliente Acel gas. 

Dicevamo delle tariffe agevolate…
Rispetto alle tariffe standard queste sono particolarmente vantaggiose: nell’offerta luce, la parte di quote fisse è scontata del 7 per cento rispetto al prezzo di listino, nell’offerta gas lo sconto sale all’8 per cento. 
Nessun costo di attivazione né di recesso, nessuna interruzione di servizio, nessuna penale in uscita nel caso si decida di cambiare gestore (in entrata dipende con chi si è sottoscritto il contratto ma in generale, salvo situazioni blindate, non si applicano). 
Questo piano tariffario permette di gestire pagamenti e bollette online. Un numero verde VIP è a disposizione degli affiliati e dei concessionari DOC che necessitano di informazioni. 

Approccio commerciale ‘morbido’?
La nostra non è una politica aggressiva ma di massimo servizio al cliente. Sul nostro sito c’è un’area riservata che si chiama ‘convenzioni’. Le aziende che beneficiano della convenzione con DOC hanno una password, entrano e fissano un recall telefonico, indicando anche la preferenza per la mattina o il pomeriggio. Sono i potenziali utenti che chiedono di essere ricontattati. 
Se DOC ci ha scelto come partner è perché è convinto della bontà delle tariffe, del prodotto e del servizio di Acel Energie. 

Com’è stato il 2020 di Acel e che aspettative avete per quest’anno?
Nel 2020 gran parte dei nostri canali di acquisizione clienti, soprattutto i canali fisici, sono stati chiusi. Tutte le società che operano su questo mercato sono state colpite, ma noi meno perché la nostra è una clientela affezionata. Se il 2020 ci ha impedito di crescere, dal 2021 ci aspettiamo qualcosa di completamente diverso, le prospettive per fine anno sono positive. In questi giorni iniziamo a vedere la gente che esce di casa, ma che ha voglia di fare altro rispetto al contratto del gas o della luce. Come darle torto…