Asconauto

Doc premiato da Scania Italia per il suo modo unico di Fare Sistema

‘Grandi orizzonti’ si legge sulla scultura in vetro in mano a Giorgio Boiani e Franco Fenoglio. Quelli aperti da Doc Ricambi Originali che gli sono valsi il riconoscimento di Scania. Siamo a Lazise, in provincia di Verona, per il Dealer Meeting di Italscania che ha avuto ospiti circa 300 tra concessionari, autoriparatori, personale. Una giornata di premiazioni di uomini e aziende che si sono distinti nel 2019 per la determinazione a migliorare alcune voci del mondo automotive.

Aspetti rimarcati dal presidente Fenoglio, che è anche presidente di UNRAE Veicoli industriali, con alcune parole chiave: insieme, squadra, fare sistema.

A Doc, in particolare, Fenoglio ha riconosciuto “la volontà e la tenacia nel voler costruire un nuovo e moderno modello organizzativo che permetta ai soggetti del mondo auto e veicolo pesante di potersi confrontare aumentando con la conoscenza la consapevolezza della propria posizione nel mercato. Conoscenza derivante da figure professionali dedicate ad approfondimenti specifici come le prossime forme di mobilità o semplicemente la possibilità di anticipare le esigenze del consumatore finale dei nostri beni”. Chiaro il riferimento a OSA, l’idea di Osservatorio scientifico Automotive lanciata da Giorgio Boiani in occasione del Meeting Doc dello scorso 27 gennaio.

Con il fondatore e presidente del consorzio AsConAuto sono stati premiati il direttore finanziario di Lamborghini e il vicepresidente di Assoaeroporti. “Abbiamo girato pagina”, ha commentato Boiani; “questo sarà un decennio che segnerà un’epoca e nessuno di noi può affrontare passivamente questi cambiamenti. Non sarà facile ma, come diciamo sempre, insieme sarà molto meno difficile”.

Sulla stessa lunghezza d’onda il presidente e AD di Italscania: “Da soli non si va da nessuna parte. È solo unendoci nelle idee e nelle lotte che possiamo anticipare le sfide che questo decennio ci sta già ponendo di fronte. E quindi rompiamo il muro delle rivalità e facciamo in modo che la nostra passione per un mestiere che amiamo possa mettere davanti a tutto le persone e il cuore che pulsa nei loro petti”. Può contare su Doc. “Noi”, ha confermato Boiani, “ci siamo”.