Asconauto

La pasionaria Santanchè al Meeting annuale Doc

Ci sarà anche l’onorevole Santanchè lunedì sera, ospite del Meeting annuale Doc in programma al Palataurus di Lecco. La pasionaria di Fratelli d’Italia non si limiterà a una comparsata. Invitata dal presidente del consorzio, Giorgio Boiani, sarà infatti al centro del ‘one to one’ con il giornalista Pierluigi Bonora. “Si sente l’esigenza”, ha detto Boiani, “di un nuovo quadro normativo più definito che possa essere di riferimento per tutti, non solo per gli operatori tradizionali, e la presenza di una protagonista del dibattito parlamentare come Daniela Santanché intende portare all’attenzione dei partecipanti preziosi stimoli e informazioni per un migliore orientamento anche nell’operare quotidiano”.

L’intervista di Bonora, in chiusura dell’assemblea soci e prima dell’aperitivo, muoverà dall’analisi del voto in Emilia-Romagna e le sue ricadute, per poi fare il punto sulle Pmi, nello specifico del settore auto, alle quali “un provvedimento del Governo preso con superficialità e senza conoscere i problemi reali, può cambiare la vita in peggio, soprattutto in questo delicato momento di transizione energetica”. Ricordiamo che saranno ospiti ai lavori del Meeting circa 70 rappresentanti di Case automobilistiche insieme ad altri autorevoli esponenti del settore. Un nome tra questi: Plinio Vanini, presidente di Gruppo Autotorino, che aprirà il Business Dinner con la sua testimonianza, ‘Passato, presente, futuro: da piccolo concessionario a big delle vendite in Europa’.

In questa quarta edizione dell’incontro annuale Doc, ancora una volta nel segno dell’Uomo (il titolo completo è ‘L’Uomo al centro - Il sé e l’altro’), la novità è proprio la presenza degli uomini delle Case auto. “Questo è un momento”, ha sottolineato il presidente Boiani nell’invito ai ‘suoi’ concessionari, “in cui si affermeranno alcuni assunti imprescindibili del consorzio e fra questi: gli sforzi economico/ finanziari fatti dai dealer per sostenere il mondo del post vendita e dei ricambi originali; l’organizzazione che in questi anni abbiamo messo in campo per permetterci di essere all’avanguardia; la volontà di essere pionieristici e visionari sulle prossime mosse del decennio; il desiderio di avvicinare il management delle Case per non vivere più questo senso di distanza fra costruttore e dealer; ritornare a far vivere l’orgoglio e il senso di appartenenza a un marchio differenziandosi dalla platea degli improvvisati; aiutare i propri collaboratori nella crescita professionale accompagnandoli al cambiamento”.

Ed ecco perché non può mancare il responsabile di magazzino, figura chiave della filiera. “Tutto è in evoluzione”, ha concluso il presidente Doc rivolgendosi ai dealer, “ma la tua presenza e quella del tuo Parts Manager sarà fondamentale! Rimetteremo al centro la parola CONCESSIONARIO e la salvaguardia della professionalità dei nostri magazzinieri che solo attraverso la conoscenza e la formazione potranno CRESCERE ed essere proattivi nella propria azienda”.