Asconauto

L’interesse della stampa per DOC - Enaip Morbegno

Anche la stampa locale ha dato risalto all’iniziativa di DOC Ricambi Originali, che ha donato 200 ‘tute blu’ griffate con il logo del consorzio agli studenti del quarto anno indirizzo meccanica/carrozzeria di Enaip Morbegno (So).
Si tratta di un’iniziativa gemella di quella che ha avuto luogo lo scorso 7 ottobre in Enaip Lecco.
Nell’articolo pubblicato oggi sul quotidiano La Provincia a firma Sabrina Ghelfi, il direttore dell’Ente nazionale ACLI per l’istruzione professionale, Giovanni Colombo, pone l’accento su una collaborazione “stretta e volta a creare il percorso formativo più adatto alle esigenze del mondo del lavoro. Il nostro percorso, che già prevede una serie di stage in azienda, in questo modo si arricchisce di nuove opportunità”.

Nel caso specifico, le opportunità sono le 60 concessionarie socie Doc e i circa 1.200 autoriparatori clienti, dei quali una buona fetta è ‘domiciliata’ in provincia di Sondrio, che invieranno i loro tecnici a Morbegno a fare lezione in aula e laboratorio e apriranno le loro officine e carrozzerie per fare scuola sul campo.
“Le professionalità degli studenti Enaip”, si legge ancora, “sono sempre più ricercate anche dalle aziende locali, che molte volte, dopo le esperienze di stage che nei quattro anni di corso ammontano a circa 1.300 ore, li assumono direttamente”.

“È una partnerhsip”, aveva dichiarato il presidente Doc Lorenzo Cogliati in Enaip Lecco, “che incomincia adesso ma su cui ho sempre spinto, mi piacerebbe fosse la prima pietra di un’accademia dove possiamo ‘mettere le mani’ sul capitale umano, cioè i ragazzi che entreranno nelle nostre aziende. L’inizio è lo stage, l’alternanza scuola-lavoro, ed è quando li vediamo all’opera che possiamo valutare il livello di preparazione e, di rimando, parlare con i professori per dire di che cosa abbiamo bisogno. Noi mettiamo a disposizione gli strumenti in modo che possano fare delle diagnosi, andiamo alla fonte, investiamo. La nostra non è una sponsorizzazione, è un investimento che ci ritornerà quando questi studenti diventeranno i nostri collaboratori".