Asconauto

Officina Comelli, "l'originale per non avere problemi"

“I problemi più complessi hanno soluzioni semplici”, recita un proverbio di Oscar Wilde. Nell’Officina Comelli di Concorezzo (Mb), le problematiche che incontra il titolare, Riccardo Comelli, si risolvono soprattutto utilizzando ricambi originali.

Lo dice come se fosse scontato, nei due minuti che gli rubo sui titoli di coda del Doc’toberfest. Sta lasciando il Centro Lariofiere di Erba insieme alla moglie, al termine di una serata di svago a cui ha aderito “perché mi ha invitato il promoter” e perché “l’idea dell’Oktober Fest mi è sempre piaciuta e qui è stata fatta a modo nostro”.

A modo nostro, a modo di Doc. Cliente del consorzio “da sempre”, Riccardo Comelli vede nel servizio di consegna a domicilio dei ricambi “un grosso vantaggio. Prima di Doc, o andavamo di persona in concessionaria, o ci affidavamo ai ricambisti generici. Che è vero che corrono per te, ma finisci con il lavorare anche con i ricambi non originali”.

A fare l’avvocato del diavolo, verrebbe da dire “dov’è il problema?”, ma la risposta è perfino ovvia: “Con i ricambi di concorrenza a volte nascono delle problematiche, mentre con l’originale è sicuramente un altro lavoro. E poi”, aggiunge il meccanico di Via Tintorri, “diamo una qualità migliore al cliente”.

Cliente che “negli ultimi anni sempre più spesso chiede di montare originale. Prima di tutto”, ribadisce Comelli, “abbiamo riscontrato grosse problematiche con i ricambi di concorrenza, e poi la macchina è in continua evoluzione e io come riparatore non voglio scontrarmi, oltre che con queste nuove problematiche, anche con i ricambi”. Logica la conclusione: “Sono ‘obbligato’ ad andare sull’originale”.