Asconauto

Rezzonico Auto, l'assistenza è l'asso nella manica

Cinquant'anni quest'anno o, se vogliamo considerare Rezzonico Auto come concessionaria, trentatre. Non è una sottile distinzione, perché è proprio quando hai l'assistenza nel sangue che ti viene facile garantire "porte aperte in officina agli autoriparatori Doc".

Lo ha fatto Francesca Rezzonico, insieme al fratello Vittorio la seconda generazione alla guida dell'azienda di Cerro Maggiore (Va), con sedi anche a Saronno e Arconate (Mi). C'erano entrambi al 'Dinner Meeting annuale dei Soci Concessionari e Parts Manager' di Monza, mischiati tra i tanti dealer di altri consorzi del network AsConAuto. Nel loro caso, con un motivo in più oltre al piacere di partecipare a un evento Doc.

Già soci Ucav Ricambi, dal primo gennaio infatti sono anche soci del consorzio ramificato nelle province di Lecco, Como, Sondrio, Monza e Brianza e in parte Milano. "L'impatto è stato ottimo", riferisce Francesca Rezzonico, responsabile post vendita della concessionaria Opel; "tutti disponibili, volenterosi... siamo all'inizio, ci stiamo conoscendo, ma siamo pronti a buttarci con entusiasmo in quest’avventura".

"Gli ultimi anni", si inserisce Vittorio, che dell'azienda di famiglia è l'anima commerciale, "sono stati molto positivi. Abbiamo una grande storia alle spalle, speriamo di continuare così per i prossimi 50 anni e oltre".

Con Doc al fianco. "Il consorzio", spiega Francesca, "è innanzitutto servizio, e poi il contatto diretto con le officine, con la rete, che per noi è vitale. Il consorzio ci dà una grossa mano nel creare un rapporto con l'autoriparatore, senza il suo aiuto sarebbe tutto più difficile". L'asso nella manica di Rezzonico Auto è, ovviamente, l'assistenza. "Assolutamente", conferma la responsabile post vendita, "questo è un servizio fondamentale, che ci differenzia, è un servizio complementare alla vendita dei ricambi".