Asconauto

Integra, un passo indietro per farne due avanti

È l'uomo della tecnologia, Walter Vergani, responsabile Software and Business Development AutoRepair Area di Quattroruote Professional. Intervistato a margine del 'Dinner Meeting annuale dei Soci Concessionari e Parts Manager' di Monza, ci ha spiegato perché Integra, il nuovo Integra, è una finestra sul mondo. Che l'autoriparatore Doc non può non voler aprire. "Integra - dice infatti Vergani - vuol dire, fondamentalmente, collegarsi con la base dati delle Case auto, quindi poter gestire, preventivare, fare ordini più precisi in modo automatico, integrarsi anche con la nuova tracciabilità del ricambio".

Con lo zampino di Quattroruote Professional?
Partendo dalla targa, servizio offerto da Quattroruote Professional, l'autoriparatore cliente identifica il veicolo, identifica i ricambi, richiede e ottiene un preventivo e contestualmente può fare l'ordine, tracciarlo, e quindi gestire al meglio la riparazione e i tempi di consegna.

E smettere di telefonare al magazziniere?
Magari no, non sempre, più che altro lo 'sfrutterà' per la sua professionalità nel momento in cui è veramente necessario. E dall’altra parte troverà qualcuno più contento di fornire informazioni di qualità rispetto magari a delle informazioni che possono essere raggiunte dai propri sistemi.

Perché i riparatori sono così restii ad accettare il nuovo? Integra fa paura?
Ho basato tutta la mia vita sul fatto che la tecnologia può aiutare. È il cambiamento che fa molta paura, non è tanto un discorso di vecchie e nuove generazioni. Generalmente quando uno cambia fa un passo indietro per poi riuscire a farne due avanti. Non sempre si ha la voglia di fare quel passo indietro e soprattutto molta gente si ferma quando si accorge che fa un po’ di fatica. Poi, però, quando si fanno due passi avanti è difficile tornare indietro. La tecnologia è piena di idee che all’inizio sembravano non funzionare e poi molte volte hanno cambiato il mondo.

Tra le tecnologie ci mettiamo anche la possibilità di ordinare un ricambio su eBay? 
Potrebbe essere una nuova opportunità. Uno dei detti più famosi recita: "Se non puoi sconfiggerli ti deve alleare". Sicuramente il trend dell’acquisto online, il mondo web è assolutamente non governabile e non è nascondendo le informazioni o non guardando quel mondo che lo si ferma. Di conseguenza, approcciarlo in modo professionale, capirlo per sfruttarlo al meglio è una delle soluzioni migliori.

Il presidente Boiani dice: “Bisogna farlo diventare un’opportunità”.
È già un’opportunità. Come raccontavano gli amici di eBay, vengono acquistati intorno ai sei ricambi ogni secondo, sei ricambi auto. Senza che ci sia una promozione o un mondo verticale per il mondo dell’auto.

Senza filtri? Originali, equivalenti, ‘cinesate’?
Qualsiasi cosa il consumatore ritenga opportuno acquistare.

AsConAuto come entra in tutto questo? AsConAuto è ricambio originale, Doc è ricambio originale…
Come Quattroruote una delle cose che ci preme è aiutare i consumatori che probabilmente comprano ‘cinesate’, pezzi di ricambio che creano più problemi che vantaggi. Quindi avvicinarsi a strutture che producono e vendono ricambi di qualità, ricambi originali per definizione, non può che essere un aiuto al driver.
Il nostro sogno è fare riparazioni che costano di meno nel miglior modo possibile. Con strutture come AsConAuto, con tutto quello che AsConAuto mette insieme con i ricambi originali, sicuramente è più facile. Dopodiché bisogna ingegnarsi: una volta venduto quel ricambio portare l'acquirente in concessionaria per montarlo può essere un’opportunità. Tanto, lo sappiamo, un cliente che decide di acquistare un ricambio fuori dalla rete in concessionaria non va. Anzi, per la concessionaria potrebbe essere l’occasione di mostrare la propria professionalità, di ingaggiare il cliente e forse, se è brava, di non farlo più passare da eBay.

La concessionaria ma anche l'officina o la carrozzeria?
La fortuna è che con la complessità delle auto bypassare chi fa di professione questo lavoro diventa abbastanza complesso e pericoloso. Perché c’è tutto un aspetto sulla sicurezza di questi ricambi che arrivano chissà da dove che non è irrilevante. Una riparazione fatta con ricambi non conformi diventa poi un pericolo per chi guida e per chi è sulla strada.

A breve online?
eBay è già online. Bisogna organizzarsi, semplificare la vita e mostrare la qualità delle proprie inserzioni. Puntiamo al primo semestre 2018.