Tutti gli uomini (e le donne) del presidente
Tutti gli uomini (e le donne) del presidente

Tutti gli uomini (e le donne) del presidente

19/07/2023

Le persone giuste al posto giusto. È il criterio che ha guidato il riconfermato presidente DOC nella composizione del Cda e nell’assegnazione delle deleghe in commissione. Al suo secondo mandato Lorenzo Cogliati sostiene più che mai la strategia della condivisione: “Mi sento l’allenatore di una squadra vincente; conosco bene i miei giocatori e so dove e come piazzarli sul campo per farli giocare al meglio”.
Quanto alle commissioni, quattro più che nella passata ‘stagione’, il presidente Cogliati ha individuato una serie di temi – dallo sviluppo del piano di incentivazione DOC Cashback alla promozione di iniziative che facciano crescere il consorzio passando per una diversa gestione del personale – che “sono davvero tanti e richiedono uno sforzo adeguato. È giusto che ogni consigliere segua un progetto che è nelle sue corde e che, a cadenza mensile, il Cda faccia il punto. Da allenatore”, ha detto ancora Cogliati, “coordinerò insieme ai miei vice il lavoro di tutte e sette le commissioni, lavoro finalizzato alla creazione di una rete che va oltre la semplice affiliazione dell’autoriparatore. Il consorzio è molto di più”.

E allora conosciamo, attraverso le dichiarazioni raccolte a deleghe appena assegnate, il pensiero dei dieci consiglieri che affiancheranno Lorenzo Cogliati per il triennio 2023-2025.

Lorena Vittani, membro del Direttivo e della commissione Comunicazione, referente della commissione Partner e della commissione Bilancio
“Anche se andiamo sostanzialmente in continuità, rispetto allo scorso triennio c’è il desiderio di un maggiore coinvolgimento e di una ripartizione più equa delle responsabilità. Da concessionaria socia, aggiungo che in un mercato che muta in DOC non vedo staticità ma propensione al cambiamento, a trovare nuove soluzioni, a mettersi in gioco e anche a rischiare”.

Marco Peduzzi, membro del Direttivo, della commissione Comunicazione e della commissione Bilancio, referente della commissione Personale
“Il Cda riconfermato quasi in blocco ci permette di portare avanti i progetti che abbiamo iniziato ed è il segno che i concessionari ci hanno rinnovato la loro fiducia. Lorenzo ha tenuto fede alla sua idea di gestione collegiale e l’assegnazione di queste deleghe ne è la riprova. Per quanto mi riguarda, ben venga la nuova commissione Personale, che ci darà modo da una parte di avere un feedback dai promoter e dai logistici che sono il prolungamento del concessionario verso il nostro cliente e dall’altra di valorizzare il loro ruolo”.

Mauro Finiguerra, membro della commissione Formazione e referente della commissione Marketing
“L’uno e l’altro sono temi a me cari, che seguo anche in azienda, temi fondamentali per la buona prosecuzione dei lavori del consorzio. È stato il mio primo Cda della gestione Cogliati ed è stato un tornare in un ambiente che conosco molto bene, che ho contribuito a far nascere e crescere; ho ritrovato colleghi con cui non avevo mai perso i contatti, una squadra ben organizzata com’è sempre stato DOC”.

Roberta Sala, membro della commissione Rete e Progetti speciali e della commissione Marketing
“Mi è piaciuto molto questo primo Cda in un ambiente affiatato e accogliente. Parliamo tutti la stessa lingua ma con accenti diversi, quindi sarà bello il confronto, lo scambio di idee tra colleghi. Credo che entrambe le commissioni potranno esprimere qualcosa di nuovo con l’obiettivo comune di portare una maggiore qualità e una maggiore notorietà al marchio DOC. Perché DOC è un marchio”.

Alessandro Manzoni, membro della commissione Rete e Progetti Speciali e referente della commissione Formazione
“Ci ho tenuto molto a ricandidarmi, a esserci anche per implementare progetti in corso come quello sulla formazione dei parts manager. Sono consapevole che le persone fanno la differenza, quindi formare le persone che lavorano nelle nostre concessionarie anche a livello relazionale e comunicativo è molto importante, per la sostenibilità sia del business sia delle organizzazioni”.

Marco Casati, membro della commissione Marketing e della commissione Formazione e referente della commissione Rete e Progetti Speciali
“Queste deleghe sono correlate tra loro e finalizzate alla creazione di una rete nella rete di clienti che condividono al cento per cento la filosofia DOC della riparazione di qualità che passa per l’utilizzo del ricambio originale. La consegna delle nuove targhe DOC è di fatto la prima tappa di un percorso di fidelizzazione dell’autoriparatore che a sua volta fidelizzerà il suo cliente finale”.

Alberto Negri, membro della commissione Personale e della commissione Partner
“Lorenzo ha costituito delle nuove commissioni, è una bella sfida per un bel gruppo di lavoro. Anche nello scorso triennio mi sono occupato dei Partner e, accogliendo il suggerimento di Mauro Finiguerra che “va bene il pragmatismo ma gli eventi danno notorietà”, stiamo già pensando a un evento ad hoc, sul genere Oktoberfest in salsa DOC, che chiami a raccolta tutti i partner”.

Luisa Galbusera, membro della commissione Bilancio
“Come Lorena e Marco, punto a mantenere gli equilibri all’interno del consorzio. Operiamo in quattro province diverse e il cavallo trainante deve tenere in conto che c’è anche il cavallo che corre di meno ma è l’insieme che fa la forza. Un exploit può essere gratificante, la continuità 365 giorni all’anno è garanzia del buon funzionamento del consorzio. Quando mi sono seduta lo sguardo è andato al posto che occupava solitamente Elio (Penati, fondatore e anima di DOC, scomparso lo scorso aprile, nda), e ho pensato che il suo lascito – che riassumerei in rigore e semplicità – riemergerà in questo Cda rinnovato”.

Marco Vanoni, membro della commissione Partner
“Sono contento di essere stato riconfermato e sono contento di questa delega, perché i partner sono un contributo alla sostenibilità del consorzio e un supporto all’attività dell’affiliato. Le convenzioni devono essere viste dall’autoriparatore come parte di un pacchetto di servizi: offrirgli una varietà di fornitori restando all’interno della rete incassi e con la garanzia della logistica DOC è un punto di forza che ci permette di differenziarci dalla concorrenza. La sfida sarà intercettare i suoi bisogni. I miei colleghi in commissione? Lorenzo è uno stratega, la composizione eterogenea assicura creatività e discussione. È così che il gruppo cresce”.

Lorenzo Ferri, membro della commissione Personale
“È una commissione necessaria perché la gestione del personale sta diventando sempre più importante. Io spero di portare la mia esperienza, pratiche che siamo riusciti a implementare in concessionaria come, per esempio, l’incentivazione commerciale su tutto il personale del post vendita. La decisione sarà una decisione collegiale della commissione che poi verrà riportata in Cda per il sì o per il no. Se sono preoccupato per il futuro? Non c’è una visione univoca di quello che succederà, anche se il costituirsi delle Placche ci sta dicendo molto, ma certo fare parte di una organizzazione solida e strutturata come DOC dà sicurezza”.

Categorie

Ultimi Articoli

buy twitter accounts
Buy twitter accounts
betoffice
betoffice