Asconauto

Go Motors, cambiare e crescere sempre nel segno della qualità

“Dentista e meccanico solo nella necessità”. Suona come un dogma, invece è l’esperienza diretta, aggiornata in tempi di pandemia, che fa parlare Christian Maresca, cofondatore e socio titolare di Go Motors a Monza. Lo abbiamo incontrato non nell’officina di Viale Giambattista Stucchi ma nello showroom di Via della Vittoria a Brugherio, 800 metri in linea d’aria.

Due corpi e un’anima?
Due strutture e la stessa ragione sociale. Go Motors nasce nell’ottobre 2017 su iniziativa mia e del mio socio, Leonardo Lodato. Avevamo capito, dopo 15 anni che lavoravamo insieme, nelle stesse concessionarie, di aver raggiunto una competenza tale da poterci gestire da soli. Professionalmente abbiamo condiviso tutto, pure un fallimento!
Oggi vantiamo quattro dipendenti, un’assunzione all’anno di media.
Siamo partiti a Monza come centro assistenza ed esattamente un anno dopo, nell’ottobre 2018, abbiamo inaugurato lo showroom di Brugherio, 350 metri quadrati in affitto. La vendita, di usato certificato e selezionato, è nata quasi per gioco: avevamo riscontrato che i potenziali clienti tendevano ad affidarsi a professionisti che avevano un’officina, già con l’idea di portare la macchina per l’assistenza.

Sta funzionando?
Contiamo 120-150 auto vendute l’anno, di tutte le marche. Lavoriamo soprattutto sul neopatentato, un bel settore, gente giovane…

Con Lodato vi siete ripartiti i compiti?
Leonardo segue prettamente l’aspetto tecnico, io quello gestionale, organizzativo e burocratico; lo showroom lo presidiamo io e un venditore.

Come sono stati gli anni della pandemia?
Il periodo non è stato facile per nessuno, ma sono dell’idea che nel momento in cui c’è una criticità bisogna concentrarsi sul come superarla, non si può dire “stiamo a vedere”. Quindi abbiamo messo in atto alcuni accorgimenti in linea con i nuovi scenari di mercato: per esempio, se prima vendevamo station wagon o monovolumi, adesso puntiamo sulle utilitarie.
Facciamo al nostro interno incontri regolari per monitorare l’andamento della società, confrontandoci con i collaboratori che proprio perché sono sul campo sono pronti a recepire gli eventuali cambiamenti, a intercettare gli umori della clientela…
Alla fine, il duro lavoro e un po’ di fortuna, serve anche quella, hanno portato a un leggero incremento del fatturato, un più 10 per cento che è già un successo. Io sono ottimista di mio, l’abilità sta nell’ampliare i servizi per ampliare la clientela.

Assistenza multiservice?
In 650 metri quadrati coperti offriamo un servizio completo, offriamo tutto (compreso il servizio di carrozzeria che riusciamo a dare appoggiandoci a un collega). Ci siamo attrezzati anche per pulizia e lavaggio interni, lucidatura fari, lucidatura auto, sanificazioni… Il nostro cliente viene gestito da noi a 360 gradi.

Un cliente fidelizzato?
Chi entra in Go Motors tendenzialmente resta, ma è difficile lavorare con il privato e fidelizzarlo perché l’aspettativa è via via più alta. Si vuole sempre di più nello spendere sempre di meno. Come si dice, "dentista e meccanico solo nella necessità".
Il parco circolante è invecchiato e anche se l’auto la usi poco, o comunque meno rispetto agli anni pre-pandemia, non puoi non fare quello di cui ha bisogno; abbiamo registrato un calo sulla manutenzione ordinaria e un aumento su quella straordinaria, alla fine siamo andati in pari.

Qual è la politica Go Motors in fatto di ricambi? 
Da quando abbiamo aperto, in maniera molto serena abbiamo cercato di selezionare la nostra clientela. Se succede, e succede sempre più spesso, che qualcuno si presenti con il ricambio comprato chissà dove, non eseguiamo il lavoro.
Tendenzialmente montiamo parecchio originale, forse perché ci consideriamo una ‘derivazione di casa madre’, abbiamo trascorso tanto tempo nelle concessionarie e abbiamo tante conoscenze. I numeri DOC lo dicono, cresciamo anno su anno.
Ricambi originali per tutte le macchine in garanzia, quando non ci sono alternative in aftermarket, e ogni volta che il costo del ricambio originale si equivale con quello di concorrenza. Il cliente difficilmente chiede di montare un tipo di ricambio o un altro, e per noi forse è anche meglio, è il nostro mestiere.

Ha citato DOC, siete clienti della prima ora?
Ci siamo affiliati subito, la soglia minima di mille euro di acquisti di ricambi al mese non ci ha creato nessuna difficoltà.
Le concessionarie dove abbiamo lavorato io e Leonardo erano già socie del consorzio, ci è sembrato opportuno affiliarci fin dall’inizio. Per il servizio, per la qualità… Usiamo ARiA per fare gli ordini e ci troviamo bene, tutto il nostro team ha questo approccio, è ben orientato. Sa che nel 2021 ci hanno consegnato la nuova targa DOC?

Che cosa riparate in Viale Giambattista Stucchi?
Abbiamo ampliato i servizi per ampliare la nostra clientela e ormai entra di tutto, dall’utilitaria alla supercar. Siamo riparatori multimarca, ma essere stati per una vita in Toyota ci ha portato tanti clienti del marchio.

Sa a chi appoggiarsi in caso di necessità?
Sotto l’aspetto tecnico siamo attrezzati per affrontare qualunque problematica, difficilmente abbiamo bisogno di assistenza e, nel caso, ci rivolgiamo alle case madri.

Perché crede che il cliente scelga Go Motors?
Per le solite tre regole: tempestività, trasparenza, professionalità. Lo staff è molto giovane, siamo dinamici, siamo gentili, parliamo un po’ tutti la stessa lingua. Io dico che bisogna lavorare ma anche divertirsi, se no il lavoro diventa pesante. Se questa cosa all’interno di un’azienda avviene il cliente la sente.